19 giugno 2018: voto storico, il Canada approva la legge che rende la marijuana legale, anche a livello ricreativo. Ecco cosa cambia per te e per me…

Condividi su facebook

Alla fine il Canada ce l’ha fatta.

Con una decisione senza precedenti, il 19 giugno  2018 il Canada ha riscritto la storia della marijuana o meglio del suo uso libero o quasi, ponendo fine a circa 90 anni di proibizionismo della marijuana in quel paese.

Il 19 giugno 2018 il parlamento canadese con 52 voti a favore, 29 contrari e 2 astenuti, ha legalizzato la cannabis a scopo ricreativo consentendo ai cittadini di coltivare fino ad un massimo di 4 piante a domicilio.

Ora il Canada è diventato il primo paese del G-7 (quindi tra i paesi più ricchi)  a legalizzare completamente la marijuana, sia per scopi medici che ricreativi.

Il processo di legalizzazione della marijuana in Canada era iniziato già nell’aprile dello scorso anno quando il Governo canadese aveva approvato il Cannabis Act.

Il Cannabis act, noto come Bill C-45 è stato approvato dalla Camera dei Comuni del Canada a fine novembre 2017.
Il Senato ha poi approvato la versione finale del disegno di legge il 19 giugno 2018 e ha ricevuto il Royal Assent il 21 giugno.

Ma non entrerà in vigore subito.

Il primo ministro Justin Trudeau ha annunciato infatti che l’uso ricreativo della cannabis non sarà più un reato a partire dal 17 ottobre 2018.

Da quel giorno, il Canada sarà ufficialmente il secondo paese al mondo a legalizzare la cannabis ricreativa a livello nazionale dopo l’Uruguay.

La legalizzazione sarà regolata anche a livello provinciale.

Alcune province potrebbero imporre i propri regolamenti. Ad esempio, non tutte le province avranno le stesse regole per fumare marijuana in pubblico o coltivare marijuana a casa.

Ma ormai il dado è tratto.

In che modo questa notizia impatta su di te e su di me?

Il processo di legalizzazione della marijuana significa due cose.

Dal punto di vista del consumatore, significa che chiunque abbia compiuto 19 anni sarà in grado di comprare e consumare legalmente marijuana in tutto il Canada, turisti compresi.

E questo significa che aumenteranno i consumi di marijuana a scopo ricreativo in Canada e con essi le vendite e gli utili delle società che hanno come core business la produzione e la commercializzazione di marijuana in tutte le sue forme e scopi (essiccata, olio, cosmesi, medicina, food & drinks etc.).

E con questa notizia il Canada diventa il paese più avanzato al mondo nell’industria della marijuana legalizzata, anche davanti agli Stati Uniti, avendo approvato la prima legislazione liberale in materia che apre la strada alla nascita letteralmente di una intera nuova industria a livello mondiale.

Ascolta le mia parole: il Canada sarà il dominatore di questo mercato ed è lì che bisognerà investire, se vuoi fare soldi.

Ecco perché dal punto di vista dell’investitore, significa in concreto trovarsi di fronte a una delle più grandi opportunità di investimento della storia.

E’ impossibile sottolineare abbastanza l’importanza di questo momento e di ciò che significa per la tua e la mia vita.

Tra poco infatti ti mostrerò come trasformare questa decisione storica del parlamento canadese in profitti di decine di migliaia di dollari che fluiscono direttamente nelle tue tasche.

Ma prima permettimi di mettere nella giusta prospettiva quali saranno le conseguenze del fenomeno per capire in soldoni di che cosa stiamo parlando in concreto e perché sono così fiducioso.

Secondo la famosa azienda di consulenza e revisione Deloitte & Touche, l’industria della marijuana legalizzata genererà più di $ 6 miliardi di valore per l’economia del Canada, con $ 4,3 miliardi provenienti dalle vendite di marijuana ricreativa e $ 1,7 miliardi dalla vendita di marijuana medica.

E questo solo il primo anno e le stime crescono ogni giorno.

Deloitte ha anche affermato che la spesa totale di cannabis potrebbe aumentare del 58%, in parte perché gli utenti saranno disposti a pagare un premio per l’accesso legale alla marijuana.

I consumatori regolari di marijuana aumenteranno gli acquisti fino al 22% secondo quanto emerge dalla nuova legge.

Ovviamente queste sono stime e le dimensioni potenziali del megatrend della marijuana variano molto e, credimi, potrebbero essere in difetto.

Giusto per fare un altro esempio, la Canadian Imperial Bank of Commerce stima che il mercato legale potrebbe avvicinarsi a 6,5 miliardi di dollari canadesi (5 miliardi di dollari US) entro il 2020, mentre secondo New Frontier Data il mercato legale della cannabis raggiungerà i 9,2 miliardi di dollari canadesi (7 miliardi di dollari) entro il 2025.

Inoltre, in termini di tasse, il ministro delle finanze canadese Bill Morneau sta pensando di tassare la marijuana ricreativa a $ 1 al grammo o al 10% del totale, a seconda di quale sia più conveniente.

Perché questa informazione è importante per noi investitori?

Perché è la ragione vera per cui questo megatrend non è una moda passeggera, non si esaurirà in breve tempo ma è destinato a durare, praticamente per sempre.

Ora, perché é importante misurare il fenomeno e conoscerne le dimensioni?

Semplice, per sapere quanti soldi girano in quel mercato e quanti soldi potranno fare le società coinvolte.

Il punto è questo: più è grande la torta più è grande la festa.

Per questo monitoriamo da vicino la dimensione del fenomeno e del mercato di riferimento.

E tu in tutto questo cosa ci guadagni?

Se la storia si ripete, vedo davanti a noi lo stesso schema di base che è già successo in passato, nella stessa sequenza.

Come un meccanismo a orologeria, abbiamo già visto questo stesso modello al lavoro: la legislazione sulla marijuana passa, le azioni di marijuana decollano e i primi investitori hanno la possibilità di guadagnare così tanti soldi che ti possono cambiare la vita.

Un saluto e alla prossima.

Dean
“O sei un contrarian o sei una vittima”

Commenta con Facebook
Condividi su facebook
Chiudi il menu
×

Carrello