Azioni marijuana: 6 consigli pratici per non farti male

Condividi su facebook

 

Nei giorni scorsi ti ho parlato delle scorribande sui mercati dei fondatori di Medbox e di Fusion Pharma a danno degli investitori.

Perché ti ho raccontato quelle storie?

Ti ho raccontato quelle storie di truffe borsistiche perché molte persone hanno voglia di diventare ricche con la marijuana. E non posso biasimarle.

Se mi stai leggendo, probabilmente tu sei una di queste persone.

L’industria della marijuana legale sta esplodendo.

Lo azioni della marijuana in media sono raddoppiate in valore rispetto allo scorso anno.

Alcune azioni hanno triplicato.

E questo è solo l’antipasto di quello che vedremo.

Nei prossimi cinque anni, il mercato della marijuana è destinato ad aumentare di oltre il 25% all’anno.

Ciò catapulterà l’industria della marijuana in cima ai mercati in più rapida crescita negli U.S.A. da quando Internet a banda larga è apparso nei primi anni 2000.

E’ per questo che gli investitori faranno a pugni in questo mercato per comprare azioni di marijuana nei prossimi cinque anni.

C’è molta eccitazione sull’argomento, proprio in questo momento in America.

Qui in Italia nessuno ne parla (ignorano completamente la cosa, ed è un bene) e pensano tutti al bitcoin.

Al massimo qui da noi nascono come funghi negozi che vendono prodotti a base di cannabis, come oli o estratti ma chiediti: dove sta il vero guadagno? e io come posso partecipare a questo megatrend senza aprire alcun negozio?

Trovi maggiori approfondimenti su questo argomento nel mio special report “Marijuana Millionaire 2018”che puoi scaricare da qui.

Noi investitori contrarian, invece siamo diversi, siamo appunto dei “contrarian” e come tali andiamo direttamente alla fonte, là dove tutto è nato ed è lì che è possibile partecipare alla festa della marijuana legalizzata.

L’industria della marijuana sta nascendo proprio adesso, sotto i nostri occhi.

E’ vero, opportunità come questa sono rare, arrivano solo ogni decennio o due.

Gli investitori non vogliono farsela scappare.

Ma è critico capire qualcosa in più prima di investire un dollaro (eh sì investiremo in dollari) in questo settore.

Non è facile fare soldi con la marijuana …

Non esistono ancora Pfizer, Philip Morris o Marlboro del mondo della marijuana.

Non solo, ci sono ancora molti artisti della truffa nell’industria della marijuana.

Ma questa non dovrebbe essere una sorpresa.

Dopotutto, la marijuana è stata una droga da strada per decenni.

Ecco perché è necessario prestare attenzione a quali azioni di marijuana intendi acquistare per cavalcare questo MegaTrend.

Ed è qui che il “gioco” si fa interessante e dove io ti posso aiutare.

La marijuana legale è davvero un’opportunità di investimento irripetibile.

I primi investitori sono in grado di fare una fortuna assoluta, ma solo se sai cosa stai facendo potrai diventare ricco.

E solo se agirai presto.

Posto che negli investimenti non c’è nulla di sicuro al 100%, qui il giusto mindset è cercare di portare le probabilità di successo a tuo favore.

Come sempre ci vuole una strategia, ci hai pensato?

Azioni marijuana

Ecco alcuni consigli per “vincere” al gioco delle probabilità, tratti dalla mia esperienza:

 

1. Conosci il team di gestione

L’aspetto più importante quando si seleziona un titolo non è il mercato, il modello di business, il posizionamento o altre aspetti che, pur importanti, non ne decretano il successo.

Una bella azienda messa in mano a un pessimo management con una pessima leadership si trasforma in un disastro assicurato.

Al contrario un’azienda sull’orlo del fallimento affidata a un management col pedegree, con esperienza e capacità da vendere, può ribaltare le sorti di quell’azienda e trasformarla in una macchina da soldi.

Per questa ragione, il criterio n. 1 è guardare per prima cosa chi gestisce l’azienda, quali risultati ha già prodotto in passato e qual è la sua visione.

Se c’è già riuscito una volta di solito sa quello che sta facendo e sarà in grado di replicare quel risultato.

Se invece avverti che c’è qualcosa non va, non c’è trasparenza in quello che fanno e non hanno alcuna esperienza sul campo, evita l’azione come la peste.

Rischio di gestione + rischio di mercato = un bel casino

Mi ringrazierai per questa chicca.

Quindi fai le tue ricerche sul team di gestione prima di ogni decisione.

2. Non innamorarti di una specifica azione

Non comprare un’azione di marijuana solo per capriccio o perché ti sembra un’azione calda in questo momento e credi che salirà soltanto.

Ciò che va bene oggi non è detto che vada ugualmente bene domani

Per quanto un’azione sia buona non può salire all’infinito.

Ci saranno sempre dei momenti in cui l’azione scenderà, d’altronde la volatilità in un mercato appena nato è sempre ad alti livelli e quindi è buona regola aspettare prima di acquistare che l’azione ripieghi e si stabilizzi.

Non sempre l’innamoramento fa bene al tuo portafoglio.

Tieniti sempre aggiornato sugli sviluppi del mercato e di quella specifica azione.

3. Non rincorrere un’azione che va sulla luna

Mai rincorrere un’azione solo perchè vedi che è partita a razzo. Non comprare quando vedi che l’azione sembra andare sulla luna. Questo avviene perché tutti corrono ad acquistarla sull’onda dell’emotività. Non riflette necessariamente il valore del titolo in quel momento oppure sta scontando l’attesa di utili futuri troppo rapidamente.

Ci sarà sempre un pullback (un ritracciamento del titolo) e quindi avrai sempre una seconda possibilità di acquistare il titolo a un prezzo più basso.

Aspetta quando il mercato si calma e le acque sono più tranquille. Sarà più facile strappare al mercato un prezzo migliore quando c’è apparente disinteresse nel settore e il mercato è in un clima di attesa di nuove notizie.

4. Fai la tua due diligence

Prima di investire in qualsiasi azione di marijuana devi fare la tua due diligence. Come ti ho detto prima, l’industria della marijuana attrae personaggi poco raccomandabili.

L’idea è quella di rimanere sempre aggiornato seguendo blog o testate di settore per conoscere le ultime notizie del mercato e come si sta evolvendo la situazione di questo megatrend.

Inoltre rimani aggiornato sui numeri più importanti (KPI) delle aziende che stai seguendo per sapere se fanno progressi e sono sul percorso di crescita oppure stanno passando dei guai.

5. Evita le truffe

Qui la parola d’ordine è Ricerca, ricerca, ricerca, tieniti aggiornato e se vedi qualcosa di troppo bello per essere vero che non è confermato dai numeri, abbandona la nave il prima possibile.

Come hai letto in questo articolo ci sono sempre dei loschi figuri che fanno leva su facili guadagni e sull’emotività di investitori inconsapevoli per fare soldi in fretta in modo truffaldino e senza fare il duro lavoro dell’imprenditore.

Di nuovo, se non sei un esperto e non vuoi fare le tue ricerche perché non hai né tempo né voglia, rimani in contatto con qualcuno più esperto di te che ha la passione e il tempo per fare questo lavoro di analisi e ricerca al posto tuo.

6. Comprendi il modello di business

Tutte le azioni di marijuana operano nello stesso grande mercato ma non tutte sono uguali.

Anche se il mercato è lo stesso, spessa la differenza la fa il modello di business.

Alcuni modelli di business sono più rischiosi di altri, alcuni sono più “sicuri” e affidabili rispetto ad altri.

Chiediti semplicemente come fa soldi l’azienda? Qual è il suo modello di marketing e vendita?

Come acquisisce clienti e qual è la sua strategia di espansione per i prossimi anni?

Sono domande critiche che ogni buon investitore si deve fare prima di investire un singolo euro in una società di marijuana.

Scoprirai che non è tutto oro ciò che luccica ma scoprirai anche che ci sono alcuni modelli di business che si adattano bene al mercato della marijuana e probabilmente diventeranno i dominatori del mercato.

Se succede, tu avrai fatto bingo.

Gli investitori che seguono questi brevi consigli saranno nella posizione migliore per trarre profitto dal boom della marijuana in arrivo.

Perchè, ricordatelo, business e investimenti sono uno sport di squadra (non lo dico io, eh).

Naturalmente, se non hai voglia di fare la tua due diligence e non hai voglia di sbatterti ad approfondire un mercato così insidioso come questo, non preoccuparti.

Perchè ho fatto io il lavoro sporco per te, cercando le informazioni giuste in rete, da fonti attendibili, facendo un’analisi accurata, in modo da portare le probabilità di guadagnare più vicino a qualcosa che faccia rima con successo.

Spero di esserti stato utile anche questa volta.

Un saluto e a presto.

Dean
“O sei un contrarian o sei una vittima”

Commenta con Facebook
Condividi su facebook
Chiudi il menu
×

Carrello