Legalizzazione della marijuana: la diga di Hoover è stata aperta, tenetevi forte

Legalizzazione della marijuana: la diga di Hoover è stata aperta, tenetevi forte

Legalizzazione della marijuana diga di Hoover

La diga di Hoover, la più grandiosa e famosa negli U.S.A., è stata una delle opere ingegneristiche più imponenti negli U.S.A.

E’ stata costruita nel 1935 ed è situata nel Black Canyonlungo il corso del fiume Colorado.

Un’opera talmente maestosa per quel tempo che ha fatto veramente la storia degli Stati Uniti per quanto riguarda l’ingegneria edile di allora.

Ora, immagina cosa succede quando si apre la diga di Hoover: un’ondata d’acqua maestosa e imponente che travolge qualsiasi cosa trova sul suo cammino.

Un fenomeno così imponente, dalle proporzioni bibliche, che ha alimentato un turismo di massa.

Le persone si recano sul posto solo per vedere quando si aprono le chiuse della diga e ammirare lo spettacolo che si presenta davanti ai loro occhi.

Potresti chiederti: ma cosa c’entra la diga di Hoover con la legalizzazione della marijuana?

In pratica, la diga di Hoover sta alle cascate come la legalizzazione della marijuana sta agli investimenti redditizi, un vero spettacolo e una manna straordinaria per gli investitori “contrarian” come me e istruiti finanziariamente.

La legalizzazione della marijuana è un po’ come se avessero aperto la diga di Hoover nel campo degli investimenti, un’ondata di legalizzazione che sta attraversando tutto il Nord America e di fatto il mondo intero.

Oggi scoprirai perché.

Ironia della sorte, il primo Stato a legalizzare la marijuana per scopi ricreativi fu proprio il Colorado, nel lontano 2014, attraversato dall’omonimo fiume.

Da quel momento la “diga” della legalizzazione della marijuana per scopi ricreativi  si è definitivamente aperta e non c’è stato proprio verso di richiuderla nonostante maldestri tentativi.

Perché questo aspetto è così importante se sei un investitore con le “palle”? Te lo spiego subito.

Se ti sei chiesto a cosa si riferivano i guadagni stratosferici che ti ho mostrato nel mio Super Report “Marijuana Millionaire 2018” ( a proposito l’hai letto? lo trovi qui), quello era l’effetto incredibile della legalizzazione della marijuana per scopi medici e per scopi ricreativi solo per lo stato del Colorado.

Quei guadagni che sono arrivati fino al 399.000%, (caso più che eccezionale) si riferivano alla prima ondata di legalizzazione della marijuana.

Adesso siamo alla seconda ondata di legalizzazione ma questa volta sarà ancora più grande il botto, almeno 8 volte più grande.

Legalizzazione della marijuana diga di Hoover

E non si esaurirà in un mese o due.

Perché?

Perché questa volta in gioco c’è la legalizzazione della marijuana per scopi ricreativi estesa a molti stati degli USA.

E ti lascio immaginare quanto è enorme questo mercato e quanto può essere soddisfacente per noi investitori in termini di ritorni sull’investimento (ROI).

Ma andiamo per ordine.

Come procede la legalizzazione della marijuana negli U.S.A.?

  • 29 stati hanno già legalizzato la marijuana per scopi
  • 16 stati hannodecriminalizzatola marijuana (non è più un reato)
  • 8 stati+ Washington D.C hanno completamente legalizzato la Marijuana per scopi

E’ solo una questione di tempo primache altri Stati negli U.S.A. portino a compimento il processo di legalizzazione della marijuana ricreativa.

E quando questo succederà il mercato – e con esso l’interesse degli investitori – crescerà in modo esponenziale, mandando letteralmente in orbita molti dei titoli di società che operano in questo settore.

Col processo di legalizzazione in corso il mercato della marijuana diventerà enorme.

Solo nel 2016, il mercato legale della marijuana ha creato 6,7 miliardi $ di nuova ricchezza.

Si prevede che questo numero salga a 35 Mld $ entro il 2020.

E molti esperti credono che in futuro il mercato raggiunga l’ astronomica cifra di 200 mld $ in valore a livello mondiale.

Ogni singolo anno.

Sono cifre conservative, giusto per non sbilanciarci troppo.

Non lo dico io.

Sono stime di Bank of America e Merrill Lynch.

Testate giornalistiche famose e autorevoli, come National Geographic, New York Times e USA Today, hanno stime simili.

Perché è importante indagare la dimensione del mercato?

Semplice, più il mercato è ricco e ampio, più le società coinvolte macinano utili e ovviamente questo si riflette anche sui corsi azionari.

Sicuramente avrai sentito il detto“piatto ricco mi ci ficco”.

E la ragione è che più è grande l’opportunità e più imprenditori (con nuove iniziative imprenditoriali e nuove IPO (nuovi sbarchi in Borsa) e…investitori vogliono una fetta della torta.

E qui la torta è incredibilmente esagerata. Ce n’è per tutti.

Ed è proprio in questo punto che sfrutteremo il principio di aberrazione della psicologia di massa per fare un sacco di soldi quando molti investitori arriveranno attratti da questo megatrend ma, ancora una volta, sarà troppo tardi, proprio come è stato per la bolla dot.com., quella immobiliare del 2007 o la mania dei tulipani del 1600.

E tu cosa aspetterai, l’apice della bolla, rischiando di farti male, o agirai subito?

Devi solo sapere cosa fare e… farlo.

La cosa interessante è che il processo (di legalizzazione) è inarrestabile perché troppi sono gli interessi in gioco.

E non c’è modo di fermare questa mania.

Non credere a qualcuno che ti dirà che i politici fermeranno il processo. Semplicemente non possono, non hanno interesse ( in un prossimo articolo ti spiegherò perché).

Adesso sai cosa significa per te che la diga della legalizzazione della marijuana è stata definitivamente aperta.

E’ un po’ come la diga di Hoover ma molto più eccitante, se sei un investitore.

E adesso hai solo due scelte come investitore:

  1. Fai finta di nulla perché non sai cosa fare e ti lasci scappare l’opportunità di una vita
  2. Oppure cogli l’opportunità perché sai come muoverti nella corrente

Tu quale scelta farai?

Se non l’hai già fatto, scarica da qui il mio super report in tre parti e gustatelo con attenzione. Ti piacerà.

Dean

“O sei un contrarian o sei una vittima”

Commenta con Facebook

Lascia un commento

uno × cinque =