Marijuana legalizzata: perché un cambio di credenze può farti guadagnare un sacco di soldi…legalmente

Condividi su facebook

 

“Cambia le tue credenze e cambia la tua realtà”.

Hai mai sentito questa frase?

Se hai fatto qualche corso di crescita personale sicuramente sai di cosa sto parlando.

Per dirla brevemente, significa che se vuoi cambiare la tua realtà esterna devi prima cambiare la tua realtà interna.

E questo significa cambiare essenzialmente le tue credenze, cioè ciò che tu credi essere vero, giusto o possibile riguardo a qualcosa.

Questo principio generale vale anche negli investimenti.

Anche in questo settore se credi che qualcosa sia possibile, e sia possibile anche per te, beh la tua realtà esterna sarà destinata a cambiare perché metterai in campo una serie di azioni in linea con il tuo sistema di credenze.

Per esempio, una mia credenza in questo settore è che è possibile guadagnare un sacco di soldi grazie al megatrend della marijuana legalizzata, un nuovo trend di mercato che sta esplodendo a livello mondiale.

Di conseguenza, ho messo in campo una serie di azioni in coerenza con questa credenza, posizionandomi nel settore con le strategie che ritengo più profittevoli, acquistando azioni del settore.

Anche con riferimento alla legalizzazione della marijuana, il sistema di credenze sta cambiando rapidamente, in particolare su ciò le persone credono sia giusto o sbagliato.

In breve, le coscienze stanno cambiando e di conseguenza ciò che si pensa riguardo la marijuana.

Ecco le prove.

Secondo un recente sondaggio Gallup, il 64% degli americani afferma che la cannabis dovrebbe essere totalmente legale.

Si tratta del più alto livello di supporto alla legalizzazione della marijuana da quando i sondaggi su questo tema sono iniziati 48 anni fa.

Non è un dato da prendere alla leggera, significa che il vento sta cambiando, significa che c’è una domanda potenziale inespressa per questo mercato enorme che aspetta solo di essere soddisfatta.

Oggi, l’opposizione alla legalizzazione è scesa al minimo storico di appena il 34%.

Sempre secondo Gallup “L’opinione degli americani sulla marijuana è simile a quella che avevano con riguardo al matrimonio tra persone dello stesso sesso nei ultimi due decenni”. “In entrambi i casi, circa un quarto ha sostenuto la legalizzazione alla fine degli anni ’90, e oggi il 64% è favorevole a ciascuna delle due questioni”.

Non ci vorrà molto tempo prima che questa tendenza conquisti le coscienze di quasi tutti gli americani, facendolo diventare un fatto quasi naturale, scontato.

Non solo gli americani stanno cambiando idea sulla legalizzazione della marijuana ma anche i politici stanno cambiando il loro sistema di credenze sull’argomento.

Il dato impressionante è che sia la maggioranza dei democratici che dei repubblicani sono ora favorevoli alla legalizzazione della cannabis … quindi è bipartisan.

Non era mai successo prima.

E’ la prima volta in quasi 50 anni di sondaggi di Gallup sulla questione che la maggioranza dei repubblicani americani (51%) sostiene la legalizzazione della marijuana, in forte aumento dal 42% di un anno fa.

Guarda questo grafico:

Un’immagine che a colpo d’occhio dice tutto sulla tendenza in atto ed è in continua crescita.

E questa è la conferma che cercavamo che siamo di fronte a un vero e proprio megatrend…perché anche la politica non solo non può ignorare questo fatto ma è persino favorevole al fenomeno e lo sostiene.

Giusto per fare un esempio, prendi il New Jersey.
Il nuovo governatore dello Stato si è impegnato a legalizzare la cannabis ricreativa entro la fine dell’anno.

Ad ogni elezione che passa, sono sempre meno i politici in grado di dire “no” alla marijuana legalizzata.

Soprattutto in quelle regioni del paese in cerca di denaro fresco per rimpinguare le proprie casse vuote, stati dove è difficile trovare lavoro e opportunità.

La politica della cannabis si sta muovendo in una direzione abbastanza chiara…e quando si muove la politica la direzione è tracciata.

Non solo a livello di politici locali ma anche a livello federale qualcosa si sta muovendo (ricordo che ad oggi la marijuana è ancora illegale a livello federale) nella direzione che punta verso la legalizzazione.

I segnali sono ovunque, eccone alcuni:

  • Il 26 febbraio 2018, la Securities and Exchange Commission (la Consob americana) ha ammesso alle contrattazioni la prima compagnia produttrice di cannabis alla quotazione in una delle principali borse statunitensi (Nasdaq). In precedenza, i produttori di marijuana potevano quotarsi solo “over the counter” (OTC), cioè al di fuori dei mercati regolamentati.
  • L’11 aprile 2018, l’ex presidente della Camera degli Stati Uniti (e l’ex politico anti .legalizzazione della marijuana) John Boehner ha annunciato di essere entrato nel comitato consultivo di Acreage Holdings, una società di investimenti statunitense focalizzata sulla marijuana.
  • Il 12 aprile 2018, l’attuale governatore di New York, Andrew Cuomo, ha affermato di essere  a favore della legalizzazione della marijuana nel suo stato. Ecco che cosa ha detto Cuomo:

Non è più una questione legale o illegale. È legale in Massachusetts. Potrebbe essere legale nel New Jersey. Il che significa che a tutti gli effetti sarà legale anche qui comunque”.

  • Sempre il 12 aprile 2018, il leader della maggioranza al Senato degli Stati Uniti, Mitch McConnell, il più potente repubblicano di Capitol Hill, ha presentato una proposta di legge per legalizzare la canapa industriale a livello nazionale.
  • Il 13 aprile 2018, il presidente Trump ha promesso di non interferire con le industrie legali della cannabis degli Stati. Ha completamente criticato il piano mal progettato dal Procuratore Generale Jeff Sessions per attaccare l’industria statunitense della marijuana.
  • Il 19 aprile, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha raccomandato l’approvazione del primo farmaco a base di cannabinoidi. Il farmaco di fabbricazione britannica, Epidiolex, è usato per trattare forme rare e gravi di epilessia.

Queste notizie, che spuntano come funghi ogni giorno negli U.S., sono il segno dei tempi che cambiano e sono un forte segnale a favore dell’industria della marijuana legalizzata.

Di per sé sono già buone notizie ma nulla di paragonabile a quella che ti sto per dire.

Tieniti forte.

Devi sapere che la marijuana è ancora illegale negli U.S. a livello federale, in quanto viene considerata ancora come droga pesante e classificata come Schedule I, cioè allo stesso livello dell’eroina e della metanfetamine.

Questo significa che se cerchi di commercializzare prodotti a base di marijuana tra uno stato e l’altro sei punibile penalmente, in pratica c’è la galera. Non puoi farlo, puoi venderla solo all’interno dello stato che l’ha legalizzata.

Tutto questo sta per cambiare e quando succederà, il mercato della marijuana verrà ancora una volta sconvolto negli Stati Uniti da questa ondata di legalizzazione e le aziende interessate faranno letteralmente soldi a palate.

Ora, ecco la notizia bomba che ti ho promesso.

Il 19 aprile 2018, Chuck Schumer, un potente senatore democratico di New York, ha annunciato che avrebbe presentato una proposta di depenalizzazione della marijuana a livello federale.

Hai letto bene?

Schumer ha detto:

“In definitiva, è la cosa giusta da fare. La libertà. Se fumare marijuana non nuoce a nessun altro, perché non dovremmo permettere alle persone di farlo e non renderlo un atto criminale?

Questa è una delle notizie che non passano inosservate, sono destinate a fare la storia degli Stati Uniti.

Schumer non è un senatore qualunque. È il leader delle minoranze del Senato. È  in Senato dal 2005. Prima di allora, è stato alla Camera dei Rappresentanti per 18 anni.

Potresti essere o non essere d’accordo con Schumer su quello che ha detto e sulle sue opinioni ma una cosa è certa: Schumer è il tipo di persona che ha il potere di far passare questa legge e trasformare in realtà questo tipo di progetto.

Se ci riuscirà, io e te potremmo essere milionari e non è solo un modo di dire. Letteralmente.

Per ora, però, la cannabis è ancora illegale a livello federale.

Ma sono convinto che questo cambierà in un futuro non troppo lontano.

E tu sei pronto a cambiare il tuo sistema di credenze riguardo la marijuana (e i suoi benefici effetti)?

Se sei pronto, non puoi non approfittarne subito.

Come approfittarne ora?

In attesa di nuovi sviluppi sulla legalizzazione della marijuana, ci sono già ora molte opportunità per gli investitori come te e me di investire legalmente nel mercato della marijuana legalizzata e cogliere questa opportunità che viene una sola volta nella vita.

Richiedi ora l’accesso gratuito al mio super report “Marijuana Millionaire 2018”, per capire bene di cosa sto parlando e di quale opportunità hai davanti a te. Ti sarà tutto più chiaro.

Lo trovi qui .

Dean
“O sei un contrarian o sei una vittima”

Commenta con Facebook
Condividi su facebook
Chiudi il menu
×

Carrello